In fase di realizzazione di un bagno o della sua ristrutturazione, giunge il momento di decidere quale porta scegliere. Molti sono i ragionamenti che si possono fare, dalla scelta armonica con le porte delle altre stanze, alla necessità di ottimizzare gli spazi o il desiderio di cambiare e mettere una porta diversa rispetto alle altre della casa.

    Tra le tipologie di porta che si possono scegliere per il bagno ci sono le porte ad apertura battente, le più tradizionali. Possono essere di legno, in laminato o di vetro. La scelta del materiale deve considerare la praticità della manutenzione, la privacy che un ambiente come il bagno richiede, e la possibilità di avere delle finiture particolari per rendere la porta un elemento di design.

    Un’altra tipologia di porta molto utilizzata per i bagni è la porta scorrevole, scelta soprattutto per ottimizzare gli spazi a disposizione. A differenza di una tradizionale porta a battente, infatti, la porta scorrevole non ha l’ingombro dell’apertura. Le porte scorrevoli possono essere a scomparsa, per cui la porta scorre all’interno della parete in un apposito alloggiamento che viene installato e murato al suo interno, oppure a scorrimento esterno, dove la porta scorre all’esterno della parete su binari metallici.

    Nella scelta della porta per il bagno si possono considerare anche le porte rasomuro/filomuro, che si adattano perfettamente ad uno stile essenziale perché non hanno alcun elemento in rilievo.

    Le possibilità di scelta, quindi, sono molteplici, e numerose sono anche le finiture che si possono valutare: ogni porta apre una vasta gamma di opzioni ed ognuna raccoglie pregi o vincoli che si devono considerare nella decisione.

    Consulta il nostro catalogo e chiedi un parere ai nostri esperti, sapremo consigliarti quale porta fa al …bagno tuo!

    ×